Il Gruppo con sede a Orfengo di Casalino (Novara) nasce nel 1997 in seguito all'acquisizione di Sambonet (storica azienda italiana fondata a Vercelli nel 1856) da parte di Paderno, leader mondiale nella produzione di pentolame professionale e utensili da cucina.

Negli anni si è evoluto un insediamento industriale che si sviluppa su mq 120.000, di cui mq 33.000 coperti. Nel 2008 la superficie coperta è stata ulteriormente ampliata [50.000 mq] per sostenere le nuove esigenze di logistica e stoccaggio.

Sambonet

Sambonet Paderno Industrie S.p.A. è leader sul mercato nazionale e internazionale nella produzione di articoli di Design per la tavola e la cucina per forniture di ristoranti, alberghi, navi da crociera e per il dettaglio qualificato.

Nel 2009 è seguita l’acquisizione di Rosenthal AG, prestigiosa società tedesca del settore delle porcellane e complementi d’arredo che ha consentito al Gruppo di ampliar- si ulteriormente e di arricchire il proprio portafoglio marchi Sambonet, Paderno e Arthur Krupp, integrandolo con prestigiosi brand del settore come Rosenthal, Thomas e Hutschenreuther.

Oggi il Gruppo impiega circa 260 persone nella sede di Casalino per un fatturato di 70 milioni di euro.

L’INFRASTRUTTURA DI SAMBONET PADER- NO INDUSTRIE

“Si tratta di un’infrastruttura giovane – spiega Federico Marongiu, Sistemista IT per la parte server e networking di Sambonet Paderno Industrie – che è stata aggiornata diver- se volte negli ultimi anni proprio per stare al passo con le nuove tecnologie”. L’infrastruttura consta di tre sale server dislocate nella sede di Casalino (Novara), una sorta di campus dove vengono effettuati disaster recovery e business continuity. Due le categorie di utenti: utenti ufficio e utenti dei reparti prelevatori, commissionatori, produ- zione, ecc.

Sulla rete convivono molteplici dispositivi, circa 400 tra timbratori, access point, vide- ocamere, applicativi per le macchine di produzione come torni, presse ecc, dispositivi di controllo per l’apertura delle porte, il condizionamento, le luci, le caldaie, impianti speciali, e molto altro ancora.

L’ESIGENZA INIZIALE: MONITORAGGIO ‘REATTIVO’ DELLA RETE

Un’infrastruttura complessa che sorregge un insediamento industriale così esteso ne- cessita di una supervisione costante e puntuale al fine di permettere la continuità ope- rativa e produttiva.

“Eravamo sprovvisti di un software per il monitoraggio della rete e l’esigenza di una soluzione che ci permettesse di essere proattivi e reattivi nell’intervento su problemati- che relative a impianti e dispositivi importanti per l’operatività aziendale era stringente” spiega Marongiu. “Ci serviva un prodotto che ci avvisasse in tempo reale in caso di un guasto a una telecamera, di un blocco a un router, di un problema nella produzione ecc., e che intraprendesse delle ‘reazioni’, oltre che una soluzione capace di tenere uno storico dei vari interventi eseguiti nella rete. Quando sono entrato in azienda nel 2005 eravamo in 70, ora siamo più del triplo, la superficie da monitorare è molto estesa e il controllo eseguito di persona a guasti o problemi rilevati da un punto all’altro dell’azienda stava diventando fortemente dispersivo”.

IL SUPPORTO DEL SYSTEM INTEGRATOR. KINETIC SOLUTIONS

“Il cliente è entrato in contatto con noi nell’ambito di una richiesta di assistenza tecnica per alcune soluzioni interne relative a firewall aziendali, archiviazione della posta elet- tronica ed altro. Contestualmente, da una prima analisi è emerso che erano sprovvisti di una soluzione di monitoraggio e controllo della rete” spiega Stefano Sardella, Sales Manager di Kinetic Solutions. “In realtà stavano testando e valutando una soluzione open source in versione trial ma non erano soddisfatti, il rendimento dei sensori non era ottimale e anche il feedback del sistema e la reportistica non erano eccellenti. Inoltre offriva un servizio solo proattivo. Come Kinetic Solutions usiamo da anni PRTG Network Monitor dell’azienda tedesca Paessler, sia inhouse che per offrire un servizio di monito- raggio della rete in outsourcing ai nostri clienti. In Sambonet volevano che la soluzione fosse implementata in azienda per stare in linea con le loro politiche relative ai sistemi informativi. Così abbiamo proposto di implementare PRTG Network Monitor direttamen- te in Sambonet. Prima di procedere, abbiamo fatto una demo in remoto nel luglio 2012. Ci è stata subito richiesta una chiave trial per fare un test interno e a settembre avevamo già fatto l’installazione. Dopo una prima fase di training per illustrare le modalità di uti- lizzo e di manutenzione, non ci sono più stati richiesti interventi o modifiche. Il sistema non ha mai avuto un blocco”.

LA SOLUZIONE ADOTTATA: PRTG NETWORK MONITOR di PAESSLER

Dopo aver effettuato un calcolo degli apparati sulla rete da monitorare e di quanti sensori potevano servire, è stata implementata una licenza da 2500 sensori. Il sistema è stato installato su una macchina virtuale Windows all’interno dell’infrastruttura XenServer di Citrix. Kinetic Solutions ha poi realizzato alcune personalizzazioni con script realizzati ad hoc. “Oggi – precisa Marongiu - grazie a PRTG monitoriamo le connessioni a internet (adsl), le bande di backup, i firewall, la parte server - dalle dimensioni dei dischi alle velocità delle CPU -, servizi importanti su determinate macchine (es. macchine per la posta elettronica), lo stato degli UPS nelle sale server, switch e dispositivi wifi, PBX con i rela- tivi apparati e la stessa centrale; monitoriamo poi i nostri siti, le stampanti (per le quali abbiamo attivato un sensore che ci restituisce il numero di stampe eseguite), l’impianto di antintrusione, le varie centraline per il controllo/supervisione dei termostati, luci ecc., tutte le telecamere, l’impianto di timbratura e i PLC in produzione”.

La soluzione adottata è plug-and-play: una volta installata è possibile lanciare un’auto- discovery per ‘scoprire’ quali apparati e dispositivi possono essere agganciati al sistema che poi provvede a impostare dei sensori. Per tutto ciò che non riesce a trovare, si possono scaricare file MIB (forniti da vari vendor) e importarli nel programma: PRTG è in grado di interpretarli e creare sensori per quell’apparato specifico che non è stato codificato in modo nativo all’interno del programma. “Un’altra personalizzazione che abbiamo richiesto – aggiunge Marongiu - ha riguardato l’installazione di un monitor 40 pollici nel nostro ufficio che ha sempre attiva la scher- mata principale di PRTG, così da essere costantemente aggiornati sullo stato dei sensori anche a livello visivo (oltre che attraverso gli avvisi che ci vengono inviati dal sistema via email)”.

I VANTAGGI RISCONTRATI DAL CLIENTE: SEMPLICITA’ DI INSTALLAZIONE, VERSATILI- TA’, REATTIVITA’

“Non conoscevamo PRTG Network Monitor – precisa Marongiu - ma siamo rimasti ben impressionati dalla versatilità di questa soluzione e sorpresi dalla sua semplicità di in- stallazione: sono bastate infatti solo due ore mentre con altre soluzioni il tempo richiesto è stato di gran lunga superiore. Kinetic Solutions ci ha aiutato parecchio, soprattutto per tutta la parte di personalizzazione della soluzione. Il nostro monitoraggio oggi non è solo proattivo, ma anche reattivo: il sistema può intraprendere azioni correttive in base al guasto che si è verificato”. “Abbiamo realizzato script che permettono di riavviare da remoto un servizio andato of- fline, il tutto in modo automatico, senza alcun tipo di intervento umano” spiega Maurizio Gatti, System Engineer di Kinetic Solutions. “Il sistema si autocura e dopo il messaggio del guasto i responsabili ricevono un altro avviso di riavvio. Questo servizio ha fatto la differenza rispetto ad altre soluzioni che stavamo valutando”. “Possiamo affermare che grazie a PRTG abbiamo ottenuto un risparmio nei tempi di amministrazione del sistema del 30% e una diminuzione delle richieste di supporto del 20% grazie alle reazioni in tempo reale del sistema” dichiara Marongiu. “Oggi ci accorgiamo in anticipo se, dove e quando c’è un problema, prima ancora dell’utente”.

building.jpg

KINETIC SOLUTIONS

Kinetic Solutions entra nel mercato dell’Information and Communication Technology nel 2007 come System Integrator. Presente sul territorio con due sedi nella città di Milano, opera con l’obiettivo di affiancare aziende di ogni dimensione fornendo soluzioni a 360 gradi, proponendosi come il partner ideale per cogliere le opportunità migliori offerte dalle tecnologie informatiche più recenti ed innovative. Il raggiungimento di partnership di elevato livello con aziende leader nel settore ICT ha permesso all’azienda di specializzarsi su tematiche molto attuali quali virtualizzazione, consolidamento di server e storage, sicurezza, backup e disaster recovery. Da Giugno 2011, attraverso la partnership con Paessler, Kinetic Solutions ha arricchito le proprie competenze anche nel campo del monitoraggio di rete. Grazie all’ampia e diversificata offerta di servizi e alla capacità di valorizzare le competenze specialistiche dei singoli professionisti, Kinetic Solutions fornisce soluzioni di qualità chiavi in mano, assicurando al cliente innovatività, scalabilità e professionalità lungo tutto il ciclo di vita della soluzione richiesta: dalla pianificazione, progettazione, integrazione e sviluppo fino alle fasi post-vendita della gestione operativa ed ottimizzazione continua.

Copyright © 1998 - 2017 Paessler AG