Requisiti di sistema per
PRTG Network Monitor


Impostazioni raccomandati per la maggior parte degli utenti di PRTG

 

Vi raccomandiamo di installare il server principale di PRTG e allo stesso modo tutte le sonde a distanza

  • direttamente su dei PC o server x64 (64-bit) non avendo più di 2 anni,
  • sotto il sistema operativo Windows Server 2012 R2 con il .NET Framework 4.0 o 4.5 installato.

 

I parametri che possono avere un effetto sulle prestazioni e la stabilità di PRTG sono numerosi, ma per la maggior parte degli utenti di PRTG le raccomandazioni seguenti riguardanti l'hardware dei server PRTG si sono rivelate adattissime:

 

 

Sensori 
per Server Principale
Account UtentiSonde a
Distanza
Hardware raccomandato
per il Server Principale
Spazio sul disco
(Per 1 anno di
conservazione dati)
Virtualizzazione
PRTG
Cluster

Fino a 1,000 sensori
(ca. 100 dispositivi)

< 30 < 30 2 Cores, 3 GB RAM 250 GB ok ok
1,000 - 2,500 sensori
(ca. 250 dispositivi)
< 30 < 30 3 Cores, 5 GB RAM 500 GB ok ok
2,500 -5,000 sensori 
(ca. 500 dispositivi)
< 20 < 30 5 Cores, 8 GB RAM 1 TB ok non raccomandato
5,000 - 10,000 sensori 
(ca. 1,000 dispositivi)
< 10

< 30

8 Cores, 16 GB RAM 2 TB non raccomandato non supportato
Più di 10,000 sensori Vi preghiamo di configurare dei server PRTG aggiuntivi e di contattare il nostro team prevendita.

 

ok = OK 

non raccomandato = non raccomandato 

non supportato = non supportato

 

Nota: La gran parte degli utenti di PRTG usano in media 10 sensori per dispositivo. Perciò nella maggior parte dei casi una licenza di 1 000 sensori è sufficiente per monitorare 100 dispositivi.

Se doveste superare uno dei limiti contenuto nelle nostre raccomandazioni, vi preghiamo di contattare il nostro team prevendita. Saremo contenti di aiutarvi!

 

Per ulteriori informazioni sulle diverse risorse dei vostri sistemi, fate riferimento anche alle considerazioni seguenti:


Considerazioni riguardanti le prestazioni

 La maggior parte delle installazioni di PRTG non ha problemi con le prestazioni. Però può essere utile avere in mente i seguenti aspetti che possono avere un effetto sulle prestazioni dei vostri sistemi.

  • Come regola generale possiamo dire che le installazioni standard di PRTG non hanno mai problemi con le prestazioni se si rimane sotto 5,000 sensori, sotto 30 sonde a distanza e sotto 30 account utente. Se trovate il vostro scenario nella tabella sopra, installate PRTG subito tranquillamente.
  • Vi preghiamo di usare del hardware fisico. Sì, davvero! Ci sono diversi motivi per i quali raccomandiamo di installare PRTG (server principale e sonde a distanza) su delle macchine fisiche, soprattutto con delle migliaia di sensori. Sulle macchine virtuali, ogni richiesta effettuata da un sensore dovrà passare attraverso molti strati della virtualizzazione—e la conseguenza sono delle prestazioni ridotte e una misurazione meno esatta. Per questo raccomandiamo di usare del "vero" hardware. Se dovete usare sistemi virtuali, vi preghiamo di rimanere sotto 5,000 sensori per macchina virtuale e di installare alcuni server di PRTG invece di uno solo.
  • Metà prestazioni per ogni nodo di cluster. In un cluster di failover PRTG, ogni nodo di cluster significa il doppio carico per il sistema di monitoraggio. Dividete i numeri della tabella sopra per 2 se avete un cluster di failover semplice. Raccomandiamo un cluster di failover semplice con 2 server principali di PRTG, ognuno essendo un nodo di cluster, se avete bisogno di un monitoraggio a prova di guasti (fail-safe).
  • Se utilizzate più di 5,000 sensori, impostate un intervallo di 5 minuti o più per le richieste effettuate dai sensori invece di un intervallo di 1 minuto.
  • Alcuni tipi di sensori creano molto più carico di altri. I sensori Ping ed SNMP, per esempio, creano molto meno carico dei sensori xFlow, VMware, Sensor Factory, WMI o Syslog/Trap, per citarne solo alcuni.
  • Raccomandiamo di rimanere sotto il numero di 30 utenti attivi per server principale di PRTG. Potete lavorare tranquillamente con più utenti se non tutti accedono all'interfaccia utente nello stesso tempo (dashboard pubblici inclusi).
  • Cercate di usare poco le funzioni seguenti: tra altri molti dashboard frequentemente e velocemente attualizzanti, la generazione frequente di ampi rapporti di sensori, delle frequenti auto-scoperte in programma per grandi parti della rete, delle richieste continue di dati monitorati per mezzo dell'API.

Considerazioni riguardanti la stabilità

La maggior parte delle installazioni di PRTG non ha mai problemi di stabilità. Però i seguenti aspetti possono avere un effetto sulla stabilità di PRTG.

  • Le sonde a distanza richiedono una connessione stabile tra il server principale di PRTG e le sonde a distanza per il trasporto dei dati del monitoraggio. Connessioni instabili, per esempio tramite 3G o satellite, possono funzionare, ma abbiamo visto delle situazioni dove un monitoraggio stabile non era garantito.
  • La nostra raccomandazione generale è di rimanere sotto 30 sonde a distanza per ogni server principale di PRTG. PRTG cambia le dimensioni con successo anche per 60 sonde a distanza in uso, finché impiegate meno di 100 sensori per sonda a distanza.
  • Per l'attivazione della licenza di PRTG, mediante HTTP o e-mail, è necessaria una connessione internet.
  • Anche la qualità della vostra rete ha un ruolo importante. Se per esempio usate UDP per il monitoraggio, un alto tasso di perdita di pacchetti può risultare in frequenti timeout. Anche le sonde a distanza che comunicano per mezzo di una connessione instabile (WAN) possono provocare ritardi.

Versioni Windows supportati per il server principale e le sonde

Le seguenti versioni di Windows sono ufficialmente supportate per i servizi principali e di sonda di PRTG ("Core Service" e "Probe Service"). Raccomandiamo dei sistemi operativi x64 (64-bit).

  • Microsoft Windows Server 2012 R2* (raccomandato)
  • Microsoft Windows Server 2012*
  • Microsoft Windows 10**
  • Microsoft Windows 8.1
  • Microsoft Windows 8
  • Microsoft Windows 7
  • Windows Server 2008 R2*
  • Windows Server 2016*
  • Microsoft Windows Server 2008 (non raccomandato)
  • Microsoft Windows Vista (non raccomandato)

* Non supportiamo ufficialmente i sistemi Windows Server in modalità Core e Minimal Server Interface.

** La Enterprise Console di PRTG non è completamente compatibile con Windows 10.

 

Requisiti di sistema per le interfacce utenti di PRTG

Interfaccia web di PRTG

Supportiamo ufficialmente i seguenti browser per l'accesso all'interfaccia web di PRTG (ordinati secondo prestazioni e affidabilità). Una risoluzione dello schermo di 1024x768 pixel va bene, ma consigliamo piuttosto di più.

  • Google Chrome 57 o una versione più recente (raccomandato)
  • Mozilla Firefox 52 o una versione più recente
  • Microsoft Internet Explorer 11

Altri browser o browser superati possibilmente non garantiscono l'accesso all'interfaccia web.

App Windows di PRTG (Enterprise Console)

L'esecuzione dell'app PRTG Enterprise Console è possibile sotto tutte le versioni di Windows supportate (vedi la lista sopra), con una risoluzione dello schermo di almeno 1024x768 pixel.

App Mobili

Offriamo delle app gratuite per i dispositivi iOS Android, e per Windows Phone. Vi preghiamo di fare riferimento alle App Mobili per smartphone e tablet e alle correspondenti pagine web per i requisiti di sistema dettagliati.

Requisiti di sistema riguardanti i dispositivi monitorati

  • Monitoraggio mediante SNMP: I dispositivi monitorati devono essere forniti di SNMP versione 1, 2c o 3 (un software compatibile con SNMP ci deve essere installato). SNMP deve essere attivato sul vostro dispositivo e il sistema eseguendo PRTG deve aver accesso all'interfaccia SNMP. Per saperne di più, fate riferimento al Manuale PRTG: Monitoraggio mediante SNMP (inglese)
  • Monitoraggio Windows/WMI: Per utilizzare WMI (Windows Management Instrumentation), necessitate di una rete Windows. I PC host and PC client con i sistemi operativi Windows enumerati sopra sono supportati. Vi preghiamo di non usare Windows Vista o Windows Server 2008 sui PC host per il monitoraggio mediante WMI, perché entrambi dimostrano problemi con le prestazioni usando WMI. Per saperne di più, fate riferimento al Manuale PRTG: Monitoraggio mediante WMI (inglese)
  • Monitoraggio mediante NetFlow, IPFIX, sFlow, jFlow: Il dispositivo deve essere impostato in modo da inviare pacchetti NetFlow (V5, V9, o IPFIX), sFlow (V5), jFlow (V5) al sistema eseguendo una sonda PRTG. Per saperne di più, fate riferimento al Manuale PRTG: Monitoraggio della larghezza di banda mediante i Flow (inglese)
  • Packet Sniffing: Possono essere analizzati solamente pacchetti dati che passano la scheda di rete del computer locale. In reti commutate sono necessari degli switch con le cosiddette porte di monitoraggio (monitoring ports) per poter monitorare tutta la rete. Per saperne di più, fate riferimento al PRTG Manual: Monitoring Bandwidth via Packet Sniffing

Avete bisogno di più di aiuto? O avete in mente un'installazione con alcune migliaia di sensori?

Il nostro team prevendita vi aiuterà volentieri! Vi preghiamo di scriverci all'indirizzo [email protected]. Descrivete più precisamente possibile le vostre esigenze al monitoraggio della vostra rete e i requisiti di sistema in modo da permetterci di trovare velocemente la persona che vi possa dare i migliori consigli. Nel caso di installazioni molto grandi fate riferimento anche all'articolo Planning Large Installations of PRTG Network Monitor (in inglese) nella nostra Knowledge Base.

Feedback / Questions
Copyright © 1998 - 2017 Paessler AG